eventi

Nella suggestiva cornice del Circolo Nautico La Lampara, alla presenza del presidente Domenico Falco, dei soci e della famiglia Orlando, tre studenti del Liceo Galilei di Nardò, Gabriele D’Amore, Vittoria Greco e Aurora Rizzo, della VA e VB del Liceo Classico, hanno ricevuto la Borsa di Studio in memoria di Sergio Orlando, figura nota nella nostra città per impegno politico e onestà, modello di cittadinanza attiva, legalità e spirito di servizio.
Gli alunni, che durante l’anno si sono distinti per gli eccellenti risultati conseguiti e che si sono diplomati con il massimo dei voti e la lode, con emozione e riconoscenza, hanno ringraziato la famiglia Orlando per questo premio in denaro utile ad intraprendere gli studi universitari, nonché la scuola e i docenti che hanno permesso il successo scolastico dei loro studenti anche in un periodo così difficile come quello della pandemia.

 

L’augurio di tutta la comunità scolastica è che questi giovani siano testimoni dei valori eterni della cultura classica e che li rendano attuali anche in una società come la nostra sempre più tecnologica e legata all’interesse individuale ed al profitto, mettendo a frutto in ogni momento della loro vita lo spirito critico, l’apertura mentale, la sensibilità estetica e scientifica che gli studi classici hanno trasmesso loro.

Altre foto dell'evento

Con una cerimonia intima e commovente, questa mattina, 22 agosto, la famiglia  di Alberto Zacchino ha conferito due borse di studio ad altrettanti studenti meritevoli del Liceo Scientifico. Per volere dei genitori, infatti, è stata istituita la Borsa di Studio in memoria di Alberto Zacchino, studente serio ed educato che ci ha tragicamente e prematuramente lasciati  il 9 ottobre del 2012 in seguito ad incidente stradale, durante il Quinto Anno del corso di studi. La Borsa di Studio, ne rafforza e vivifica la memoria, invita e sollecita i giovani a credere fermamente nei valori dell’Amicizia, dell’Impegno, della Bontà.

Annualmente la borsa viene conferita allo studente che ha svolto il miglior percorso quinquennale di studi e che ha ricevuto la votazione massima all’Esame di Stato e questa volta, per recuperare il ritardo dovuto alla pandemia il conferimento è stato doppio: per l’anno scolastico 2020/2021 a riceverla è stato lo studente Gabriele Rubino e per l’anno scolastico 2021/2022 lo studente Filippo Antonio Ronzino. Entrambi hanno svolto il miglior percorso di studi e concluso l’esame con la votazione di 100 e Lode. Gabriele ha già intrapreso il percorso universitario e studia Matematica all’Università di Trento, Filippo si appresta a diventarlo e a giorni inizierà il suo percorso di Matematica per l’Intelligenza Artificiale presso l’Università Bocconi di Milano. Volontà della famiglia è proprio quella di sostenere uno studente meritevole nell’approccio al mondo universitario.

La Puglia svetta sul medagliere del Festival Olimpico della Gioventù Europea (EYOF) di Banska Bystrica (Slovacchia).

Emanuele Potenza si impone con carattere e determinazione nei 400 misti uomini. 

Il giovane, classe 2006, alunno della 2 A del Liceo Scientifico Galilei di Nardò, vince la distanza stabilendo il proprio personal best in 4:26.22 grazie ad una ottima seconda parte di gara.

Il Liceo Galilei, riconoscendo l’alto valore formativo dell’attività sportiva, aderisce ad un programma sperimentale del MIUR per una formazione di tipo innovativo destinato a studenti-atleti di alto livello. Il programma crea le condizioni per superare le criticità che nascono durante il percorso scolastico degli studenti-atleti, soprattutto le difficoltà nella regolare frequenza delle lezioni e fornisce sostegno e supporto per promuovere concretamente il diritto allo studio e il successo formativo anche di questi studenti. Emanuele segue questo percorso che gli ha consentito di raggiungere questo importante risultato sportivo a livello europeo e al tempo stesso di conseguire un’ottima preparazione culturale in tutte le discipline del percorso liceale.
La Dirigente, i docenti e tutti i compagni si congratulano per il prestigioso traguardo sportivo del nuotatore neretino. 

Il Liceo Classico partecipa alla presentazione del libro "Ritratti del coraggio. Lo Stato italiano e i suoi magistrati".

Lunedi 16 Maggio, accompagnati dai professori Carlo De Carlo e Maria Rosaria Dellabate e sotto la guida del Dr. Michele Onorato, Biologo marino specializzato in Coastal and Marine Biology and Ecology, abbiamo avuto la possibilità di visitare la Palude del Capitano.
Situata a 9 km da Nardò, la Palude fa parte del territorio costiero del versante lonico ed è considerata una delle tante meraviglie Salentine. Il sito è tutelato dalla normativa comunitaria (PSICIT9150013) ed è stato recentemente incluso nel Parco Regionale di Porto Selvaggio.

 

 

Mattinata insieme ad Agata - Maria Antonietta, a Livio Romano, editor e scrittore, a Mario Nanni, giornalista parlamentare, capo redattore di ANSA e scrittore.
Momento di confronto, approfondimento, riflessione per la classe IV B del Liceo Classico che, nell'ambito del Percorso per le Competenze Trasversali e l'Orientamento, ha incontrato l'autrice del libro "Agata era seduta e pensava" e le ha sottoposto domande, curiosità, richieste di chiarimenti su nodi interpretativi scaturiti dalla lettura. Accompagnare Agata nel suo percorso interiore alla ricerca di se stessa ha offerto la possibilità di toccare una grande varietà di temi: rapporto tra tradizione e modernità, genitori-figli, uomo-donna, giovani-vecchi, rispetto, affetti, ricerca della felicità, luoghi dell'anima e luoghi reali.

Un susseguirsi tra le pagine e nella mente di pensieri, colori, profumi, paesaggi che sono resi vivi e vividi nel video realizzato ad hoc.
Un tuffo nella tradizione salentina per non dimenticare che le radici sono ciò che rende l'umanità ben piantata nella sua identità.

Auditorium "Mario Papadia" h.9.30

Con la partecipazione di Mario Nanni e Livio Romano

Partecipazione della 3 A LS e della 3 B LSA allo spettacolo “Hell in the Cave” alle Grotte di Castellana.

Un infernale viaggio all’interno di uno spettacolo surreale. Un cast di artisti eccezionali supportato da un regista geniale che ha avuto l’idea di realizzare in Inferno più infernale di quanto si possa immaginare. Studiare l’insuperabile creazione del grande Dante è complicato e difficile, ma non amare Dante è impensabile dopo questo spettacolo suggestivo.

Il plauso va agli Attori e soprattutto al Regista che con la sua arte ha fatto provare a noi spettatori la paura e la tensione emotiva fino a quando la luce ha illuminato e rassicurato il nostro cammino. Grazie a tutti loro abbiamo potuto vedere, ascoltare, provare la sofferenza e il dolore dei dannati nel buio dell’inferno. Un’esperienza unica e indimenticabile.

Il sentiero per il Paradiso inizia già all’Inferno.

Aurora Paladino   3 B LSA

Sottocategorie